La lavorazione artigianale

La Calzoleria Petrocchi esegue tutte le fasi della produzione in bottega,
questo è il vero Made in Italy

La costruzione di una scarpa è un’operazione molto complessa che si realizza attraverso una serie di operazioni eseguite nella nostra bottega interamente a mano.

La Calzoleria Petrocchi impiega solo pellami selezionati con cura, come i vitelli italiani e francesi, conciati al naturale e all’anilina (una lavorazione che mette in risalto le caratteristiche naturali della pelle).

Per la suola, l’intersuola ed il tacco si utilizza solo vero cuoio naturale.

Prèt a porter o su misura?

La produzione su misura è adatta a tutti quei clienti che hanno esigenze particolari di stile o di calzata, accedi alla sezione dedicata per saperne di più.

Per la linea pret à porter potete invece scegliere modelli, già pronti o da ordinare, su numeri standard. Il cliente può scegliere tra i vari modelli, il tipo di pellame, il cuoio, l’altezza e lo spessore del fondo. Per acquistare i nostri modelli in moda pronta, visita il nostro negozio online.

Le fasi di produzione
di una scarpa artigianale

In questa sezione vi raccontiamo il processo di lavorazione delle scarpe Petrocchi, frutto di anni di esperienza e … di clienti soddisfatti!

Dopo le fasi iniziali di progettazione del modello e taglio del pellame, tutte le parti tagliate, che costituiscono la tomaia e la sua fodera, vengono assemblati e cuciti attraverso un’operazione chiamata orlatura.

Questa è una fase molto delicata e complessa costituita da più passaggi e che richiede estrema attenzione e professionalità.

Oltre all’assemblaggio attraverso la cucitura a macchina delle varie parti della tomaia e della fodera, la nostra orlatrice si occupa anche per alcuni modelli delle decorazioni (bucatura) e della spizzettatura.

La tomaia orlata, a questo punto, viene montata sulla forma. Il montaggio è un’operazione molto laboriosa che viene realizzata interamente a mano nella nostra bottega di Roma.

La prima fase del montaggio è rappresentata dalla preparazione del contrafforte di cuoio.

Il contrafforte è un lembo di cuoio che viene inizialmente ammorbidito con acqua e scarnito con il trincetto e poi inserito nel tallone, tra la fodera e la pelle, in modo tale che la scarpa acquisisca la corretta robustezza nella parte posteriore.

A questo punto inizia il montaggio vero e proprio: la tomaia viene tirata sulla forma e poi, tramite piccoli spostamenti successivi, fissata in maniera definitiva.

Si procede poi con il montaggio posteriore della tomaia, stando attenti a fare in modo che la parte esterna della tomaia sia leggermente più bassa della parte interna.

All’interno della fase di montaggio, particolare importanza riveste il montaggio del puntale.

Il puntale è un elemento importante della scarpa che, oltre a conferire la forma finale alla calzatura, ha lo scopo di proteggere la parte anteriore del piede.

A questo punto, terminate le fasi di montaggio del puntale e del contrafforte, si procede alla chiusura finale della tomaia.

Tale fase comporta il fissaggio di oltre 50 piccoli chiodini per tutto il perimetro della forma della scarpa.

Completata la fase di montaggio, si passa infine al cucitura di una o più suole di cuoio sulla forma, cioè la finitura.

Per la linea prèt-a-porter offriamo due tipologie di cuciture: Blake e Blake-rapid.

Per la linea su misura, diamo invece totale libertà al cliente nella scelta della tipologia di cucitura della suola.